Angeli umani. Come diventare uno di loro

Angeli umani. Come diventare uno di loro

Tempo di lettura: 5 minuti.

Angeli umani. Come diventare uno di loro

Questa è la seconda parte dell’articolo sullo stato di neutralità. Nella prima parte dell’articolo avete appreso perché è importante praticare questo stato e come entrarvi.

In questo articolo parleremo di chi sono gli angeli umani, di quali responsabilità hanno le persone che hanno preso il loro potere e del perché è importante per loro rimanere nello stato di neutralità.

PODCAST:

Youtube

Spotify

Come diventiamo angeli umani

Spesso Crystal dice anche in tutti i libri e corsi canalizzati da me : “Sei così creativo, sei così onnipotente, sei grande, etc”. Ma per arrivare a tutto questo bisognava crescere. E solo quando ti sei affermato a un certo livello, allora tutto comincia a funzionare per te.

Molte persone rifiutato questa letteratura a causa della complessità della percezione e anche perché non vedano risultati immediati. Ma non è previsto alcun risultato immediato.

Si tratta di una carota lontana, come una luce alla fine del tunnel, in modo che possiate orientarvi sulla strada da percorrere. E se siete stati ispirati da questa immagine, siete andati in questa direzione nonostante le varie difficoltà.

Esistono diverse linee di sviluppo e non si sa quale sia quella che una persona segue. Io sono sempre a favore del massimo possibile. Per il percorso in cui diventiamo angeli-umani.

Gli angeli sono esseri con una saggezza e una conoscenza infinita, hanno un enorme bagaglio di strumenti e capacità. Ma non hanno mai avuto libero arbitrio e scelta. Hanno uno scopo superiore che seguono.

Ma per incarnarsi sulla Terra e rispettare il programma del libero arbitrio e della scelta, hanno dovuto rinunciare a tutte queste conoscenze e strumenti.

Gli esseri umani, al contrario, hanno il libero arbitrio, e il più delle volte la volontà è diretta nella direzione opposta a ciò che vogliono veramente.

Quando ci si risveglia, avviene una fusione e si acquisisce la saggezza del regno angelico pur possedendo l’umanità e il libero arbitrio.

Questo è un percorso che risuona con me ancora molte volte. Ma ognuno sceglie da solo dove andare e cosa vuole.

Angeli umani. Come diventare uno di loro

 

Che cos’è la forza e in che cosa si manifesta in un angelo umano?

“La forza è la capacità di sapere che si può fare qualsiasi cosa e scegliere di non farla”.

Pensate a questa frase. Non si tratta di debolezza quando vi viene data l’opportunità di crescere e vi fermate per paura.

Cosa significa scegliere di non farlo?

Sono il tipo di persona che è molto brava a percepire i punti dolenti. È una caratteristica dei leader. La maggior parte delle persone che hanno questa qualità la usano a loro discapito, insistendo sui punti di dolore dell’interlocutore.

Ho avuto un momento simile nella mia vita, quando ho visto dove potevo insistere e non l’ho fatto. Ho provato una sensazione di indescrivibile orgoglio per me stessa, perché avrei potuto causare danni (offendere, colpire, ecc.) e non l’ho fatto.

Quando questo accade, una parte enorme del vostro potere ritorna. Questa è un’altra manifestazione dell’angelo umano.

La perfezione di ogni situazione e la perfezione di se stessi

 

“La vera forza sta nel sapere che sei vulnerabile, nel sapere che sei imperfetto, che tutte le cose che ti rendono imperfetto, sono perfette per te”.

Chi ha ideato tutto questo per realizzarlo nella vita? Tu. Solo nella sua versione più elevata. Da cosa avete creato tutto questo? Dalla tua divinità.

È un circolo vizioso: l’ho creato – > da cosa l’ho creato – > lo vivo.

Tutto è perfettamente com’è nel momento in cui lo state vivendo. Non perfetto, ma più che perfetto. Sia che impariamo qualcosa, sia che rinunciamo a qualcosa, sia che superiamo qualcosa, sia che accettiamo qualcosa.

Se guardate a ogni singolo momento della vostra vita, a ogni situazione come perfetta per voi, iniziate a provare davvero ammirazione e gratitudine per il gioco magistrale che abbiamo dispiegato intorno a noi.

Quanto peggiore è la situazione in cui vi trovate, tanto più magistrale è il vostro gioco. Ma è un livello di coscienza completamente diverso, perché si esce dal ruolo di vittima. E si torna a parlare di responsabilità.

Ecco perché chi si è assunto la responsabilità, chi ha rivendicato il proprio potere, può in qualche modo influenzare la realtà.

Ma il segreto è che quando si è cresciuti fino a questo punto, si smette di influenzare la realtà, perché ci si rende conto che c’è luce e buio, verde e rosso, maschile e femminile per un motivo. Il compito principale è quello di rimanere in equilibrio.

Non bisogna lanciarsi negli estremi, ma raggiungere l’equilibrio e trovare la neutralità.

La responsabilità che avete per il contributo della vostra energia

Un’altra manifestazione dell’angelo umano è la capacità di gestire il dono della neutralità.

Ci sono persone che credono che la neutralità sia una manifestazione di debolezza, una paura di protestare contro le cose negative che accadono.

Quanto più alto è il livello di energia e di interazione con la realtà di una singola persona, tante più responsabilità le vengono imposte.

Una persona comune che ha zero energia può cavarsela protestando. La sua influenza nel plasmare la realtà è minima. Ecco perché queste persone si riuniscono a migliaia.

Ma se viene coinvolto chi ha preso il suo potere , il mondo fa 100 passi indietro.

Condividere saggezza, non inneschi

Alcuni scelgono di investire nella lotta, di firmare varie petizioni. Ma è meglio trasmettere lo stato, la vibrazione, in modo che coloro che si toccano nella vita possano portarla avanti.

Coloro a cui risuona si avvicineranno. Ognuno ne trarrà qualcosa di diverso, qualcuno sentirà qualcosa di prezioso per sé.

Condividete saggezza, non inneschi.

Ci sono molte persone là fuori che non sono affatto in tema, ma che trasmettono il “giusto” atteggiamento verso la vita: confini sani, reazioni sane.

Quindi per un numero enorme di persone c’è un esempio di come agire in modo diverso, non nella sofferenza, non nel dolore, ma in qualche modo diverso.

Perché a molti manca questo esempio di “fare le cose in modo diverso”.

Scrivete nei commenti, vi siete mai trovati in una situazione in cui avreste potuto fare qualcosa e avete scelto di non farlo?

Come vi siete sentiti?

Autore

Non è un caso che sei Qui. Grazie di esserci. Lascia per favore il tuo feedback.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto
×