Perché è così difficile imparare ad apprezzare se stessi

Perché è così difficile imparare ad apprezzare se stessi

Tempo di lettura: 4 minuti.

Perché è così difficile imparare ad apprezzare se stessi

“Tu stesso, più di chiunque altro nell’intero universo, meriti il tuo amore e la tua simpatia”.

– Buddha

PODCAST

Youtube

Spotify

Avete sentito dire molte volte e vi siete detti che meritate il meglio, meritate amore, prosperità, benessere, relazioni armoniose….

Ma questa frase è già diventata un cliché, si è trasformata in una frase banale.

Succede così che continuate a ripetervi che vi meritate, ma quando arriva il momento di dichiararlo agli altri, siete confusi e silenziosi.

La vostra anima vi sta guidando sulla vera strada, arrivate alla porta giusta e avete paura di aprirla.

Cosa significa dare valore a se stessi, “io merito”?

Come far germogliare questo sentimento dentro di sé per trasmettere il proprio valore in ogni azione, pensiero, in ogni situazione?

Cerchiamo di capire perché è così difficile imparare a valorizzarsi nella totalità.

Non credete di meritare di più

Ognuno ha i propri argomenti in cui dubita ancora di meritare, di essere degno.

C’è chi vuole diventare mamma ma non ci è ancora riuscita, chi non riesce a trovare il “suo” compagno di vita e chi sopporta un trattamento indegno di sé.

E tutte queste sono persone che lavorano su se stesse da molto tempo e sanno che per ottenere qualcosa di veramente valido nella vita, per cambiarla davvero, è necessario cambiare molte cose in se stessi.

E loro cambiano, diventano montagne!

Ma perché, dopo aver fatto tanto per voi stessi, per il vostro ambiente e per il pianeta, dubitate ancora di ciò che meritate?

Affermare il proprio valore è una sfida

Quando dichiarate la vostra intenzione all’universo, le forze superiori iniziano a guidarvi verso la sua inevitabile realizzazione.

Ciò significa provocare un senso di “merito” dall’interno.

La vita ci presenta situazioni sconfortanti in cui siamo costretti ad affermare il nostro valore.

Ma non è sempre facile farlo. Questo perché dentro di noi si nascondono dolore emotivo, trauma, paura di affermare se stessi e i propri bisogni.

È per questo che si viene respinti e si devono affrontare queste situazioni di volta in volta.

A volte è molto doloroso, ma l’unico modo per interrompere questo circolo vizioso non è scappare, ma essere determinati e insistere per conto proprio.

Cosa vi aiuterà a imparare a valorizzarvi

Permettetevi di guardare una situazione problematica da un’angolazione leggermente diversa. Questo vi dà l’opportunità di mostrare amore per voi stesse nella vostra vita, di stabilire dei limiti.

Ad esempio, avete ordinato qualcosa, siete venuti per ricevere una cosa particolare e ne ricevete una completamente diversa. Raccogliete le forze dentro di voi e dite: “No! Non lo prendo!”.

Provocate un conflitto, dite: “Merito di ottenere ciò che volevo!”.

Questo momento della vita arriva quando non ci sono altre opzioni. Ci si rende conto che non si può più negare se stessi.

Bisogna entrare in conflitto, anche se si è una persona che ama la pace. E senza pretese, con un senso di dignità:

“Non sono più soddisfatto di questo. Ora vedo il mondo in modo completamente diverso. Sono cresciuto!”.

Il valore è la percezione che si ha di se stessi, quanto ci si ama e ci si accetta.

Ci sono tante persone quante sono le opinioni in merito. Ma si possono individuare alcuni importanti punti unificanti del sentirsi valorizzati.

Scopriteli in questo articolo.

Meritate sempre il meglio di tutto , senza alcun merito. Solo per diritto di nascita.

Non importa cosa fate o come vivete la vostra vita.

Applicate questo principio a tutti gli ambiti della vita, ai vostri desideri più profondi. Se avete dei dubbi dentro di voi, prestate attenzione a come vi sentite.

Non è sufficiente sapere cosa meritate. La mente lo capisce, ma non c’è una sensazione interiore che lo faccia.

Individuate le aree della vostra vita in cui non siete sicuri di meritare di più e rivolgete lì la vostra attenzione.

Quali programmi e atteggiamenti impediscono la nascita di questa sensazione?

La tecnica “Capovolgimento”

Se vi trovate in una situazione in cui i vostri confini vengono violati in modo sgarbato, in cui non siete rispettati, in cui i vostri piani vengono rovinati, eseguite la tecnica del “capovolgimento”.

Ad esempio, se qualcuno si è rivolto a voi in modo sgarbato e vi ha provocato uno stato di disagio, spostate la vostra attenzione.

Non lasciatevi prendere dal risentimento, ma datevi un atteggiamento concreto: “Merito rispetto!”.

Non soffermatevi sul fatto che siete stati insultati: “Come si permettono!”. Concentratevi sulla frase specifica: “Merito rispetto!”.

E se merito rispetto, scelgo di non comunicare con quella persona, di interrompere le sue azioni o di far sapere che non tollererò quel tono.

Avete il diritto di farlo.

Lo stato di disagio è un indicatore che la parte di voi che crede di meritare sta segnalando.

Usatelo per imparare a vedere dove vi state sottovalutando.

Questa semplice tecnica vi aiuterà in qualsiasi situazione in cui vi sentite a disagio per non essere degni di qualcosa.

Vedi anche Polarità inversa, ovvero perché le cose che non si vogliono si realizzano.

Ad esempio, sognate di avere una famiglia, ma dentro di voi dubitate di meritare la felicità coniugale. Non appena vedete una coppia felice, provate una sensazione di disagio dentro di voi: “Non ce l’ho”.

Fate un salto mortale. Dite a voi stessi: “E io merito la felicità. E la avrò”.

Imprimete queste frasi dentro di voi, fate in modo di crederci perché è davvero così.

Più spesso userete questa tecnica, più crescerà la vostra sicurezza di meritare tutto ciò che sognate.

Se state ancora affrontando situazioni in cui rinunciate a voi stessi a causa dell’incredulità nella vostra unicità, non fate un passo indietro, fidatevi della vostra anima.

Troverà sicuramente la strada più breve e favorevole per realizzare pienamente il vostro valore.

E a voi quali tecniche vi aiutano a percepire la vostra preziosità?

 

#poterepersonale, #limiti, #bisogni, #trauma, #fiducia, #valore

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto