Trasformare l'odio in amore

Trasformare l’odio in amore

Tempo di lettura: 9 minuti.

Trasformare l’odio in amore. Come guarire da questo sentimento distruttivo

Questo è il terzo articolo di una serie sul passaggio da uno stato di paura a uno stato di amore.

Parte 1 – Amore e paura. Come il potere dell’amore sostituisce la paura in nuove energie
Parte 2 – Come passare da uno stato di paura a uno stato di amore
Parte 3 – [Sei qui] Trasformare l’odio in amore. Come guarire questo sentimento distruttivo

Parte 4 – Amore e/o paura. Perché l’equilibrio tra questi sentimenti polari è importante

La vita umana è piena di emozioni e sentimenti. Le emozioni possono essere definite il sistema di segnalazione umano. Ci dicono a cosa prestare attenzione, quali dettagli ci stanno sfuggendo.

Due sentimenti: amore e odio sono due facce della stessa medaglia. Non a caso esiste il detto “un passo dall’amore all’odio”, che funziona anche nella direzione opposta.

La distanza dall’odio all’amore è la stessa. Basta invertire le polarità.

La fonte dell’odio è la rabbia, la fonte dell’amore è l’accettazione e la gioia.

I sentimenti e le emozioni sono l’indicatore di ciò che piace e di ciò che dispiace a una persona nella vita. Sperimentare un’emozione fa perdere forza, sperimentarne un’altra fa guadagnare energia.

Leggete in questo articolo perché questo accade e come affrontare il sentimento distruttivo dell’odio.

Prestare attenzione alle sensazioni che si provano in se stessi

Concentratevi su voi stessi, non sulle manifestazioni esterne.

Non concentratevi su chi sono i vostri sentimenti, ma sul sentimento stesso.

Ciò che conta è come vi sentite, come vi sentite personalmente, e non importa per chi lo sentite.

Che odiate o amiate, state generando sentimenti di una certa qualità, ipotecando così il vostro futuro.

I vostri sentimenti nel presente attirano un futuro della stessa qualità.

Pensateci, cosa potete attrarre odiando? E che tipo di futuro si può realizzare quando l’amore vive nel vostro cuore?

Trasformare l'odio in amore

Logicamente, l’amore manifesterà il positivo nella vostra vita, mentre i sentimenti di odio attireranno eventi negativi.

Stabilite da soli quale sentimento volete portare dentro di voi.

Non è che siate obbligati ad amare l’abusatore. Non potete obbligarvi ad amare nessuno.

Ma fate dei passi verso un domani migliore e più luminoso.

Per farlo, scegliete cosa volete attrarre.

L’odio distrugge. Volete distruggere la vostra vita? È la vostra vita e sta a voi decidere se vivere nel trauma o nell’amore per voi stessi, per il vostro bene.

Assumetevi la responsabilità dei sentimenti e delle emozioni che provate.

Provare odio è un veleno mentale

Odiando, uccidete voi stessi, non la persona che odiate. È come avvelenarsi.

L’odio è un sentimento che vi distrugge a livello fisico.

Non solo l’odio si manifesterà nella vostra vita attraverso eventi spiacevoli, ma finirà per influenzare la vostra salute.

Il vostro corpo si satura di odio e comincia a rompersi, a diventare malato e gli organi e i sistemi del vostro corpo cominciano a cedere.

Bevete il veleno dell’odio e sperate che chi odiate sia avvelenato.

Trasformare l'odio in amore

Imparate a bypassarvi ad amare incondizionatamente i vostri cari quando non vi importa cosa vi hanno fatto.

Questo è importante perché la scelta è semplice: o ci si distrugge o si ricostruisce dalle ceneri e dalle rovine di un rapporto difficile con i propri cari.

Non ci sono altre opzioni.

I bottoni rossi premuti dai vostri cari sono una manifestazione dei vostri aspetti ombra.

Dietro ogni bottone rosso c’è un trauma che deve essere trovato e guarito.

Scoprite voi stessi e comprendete i vostri punti di forza e di debolezza con il percorso “Danza con le ombre”. È uno strumento potente che potete usare a vostro vantaggio.

Trasformare l'odio in amore

Prenditi cura di te, ama te stesso

Non forzarti ad amare tua madre, tuo padre o chiunque altro. È impossibile. Ma potete amare voi stessi, non è vero? Potete prendervi cura di voi stessi?

Datevi l’amore che non avete ricevuto nella vostra infanzia da vostra madre, dalle persone più vicine a voi.

Solo amando te stesso puoi amare il tuo prossimo.

Non potete dare agli altri ciò che non avete.

Nel deserto, dove tutto ciò che vi circonda è bruciato dal sole cocente, versare acqua in un recipiente vuoto avrà un effetto.

Nel deserto, il terreno senza acqua è spaccato, le piante sono appassite, gli insetti e le bestie hanno lasciato la zona perché è completamente inabitabile.

Il recipiente, in cui si versa continuamente acqua, si riempirà gradualmente, nonostante il fatto che evapori parzialmente per il calore.

Non immediatamente, ma si riempirà fino all’orlo. Quando il vaso sarà pieno, l’acqua inizierà a fuoriuscire.

Si spargerà sul terreno intorno al vaso. La vita inizierà a rinascere nelle vicinanze del vaso.

Dapprima scomparirà la crosta secca della terra. Poi apparirà la vegetazione, l’erba. L’erba sarà abitata da insetti.

Più l’acqua uscirà dal contenitore, più lo spazio inizierà a prendere vita e a fiorire.

Nonostante l’ambiente rimanga invariato, il sole continua a bruciare.

Lo stesso accade quando ci si riempie d’amore. Non importa affatto ciò che vi circonda, non importa ciò che c’è nel mondo esterno.

Ciò che conta è il vostro stato interiore. Se nella vostra anima c’è abbondanza di amore, tutto lo spazio intorno a voi irradierà amore.

Amore o odio verso i genitori

Voglio prestare particolare attenzione al rapporto con i genitori.

Il rapporto con le persone più vicine è spesso difficile.

È più facile amare gli altri perché non c’è un rapporto personale.

Da dove nascono l’allontanamento e l’odio verso i genitori?

I nostri genitori ci hanno cresciuti come meglio potevano, non avevano altre conoscenze genitoriali.

L’educazione standard consisteva nel piegare il bambino al proprio modo di pensare, nel costringerlo all’obbedienza.

I genitori erano convinti che questo fosse il loro modo di dimostrare che tenevano al figlio. Prendersi cura è bene, ma prendersi cura non significa amare.

La maggior parte dei genitori si pone il problema di cosa c’è di sbagliato nel bambino, quando il bambino non soddisfa i loro criteri.

L’attenzione si concentra sulle carenze e sulla loro eliminazione.

Questo tipo di educazione genera una fredda indifferenza e sfiducia nei confronti dei genitori stessi e della società in generale.

Il risultato è che tutti sono infelici, non c’è nessuno da incolpare, tutti sono feriti.

Ma i risentimenti e le lamentele non compaiono per caso, bisogna andare a fondo della causa.

Il rapporto con i genitori non sono una sfida facile nella vita

Se questo tipo di rapporto è stato costruito per generazioni e non volete continuare a tramandare questo modello distruttivo, è in vostro potere spezzare la catena.

Non è una coincidenza che questo problema sia sorto nella vostra vita. Fermatelo e potrete guarire le generazioni successive, a partire dai vostri figli.

Non lasciatevi trascinare nel conflitto, ma mostrate considerazione per i vostri genitori. Nei momenti di conflitto con i vostri genitori, avvicinatevi e abbracciateli.

Fate cose insolite per voi e per loro.

I genitori saranno confusi dalla sorpresa, li farà uscire dal loro abituale stato di irritazione e li calmerà.

Tra l’odio e l’amore ci sono molti passaggi intermedi che portano a una posizione neutrale.

Anche dopo aver raggiunto il punto di indifferenza, quando non vi interessa che i vostri genitori interferiscano nella vostra vita, siete già in grado di porre dei limiti personali e di dire no.

Non fatelo con rigidità, ma con fermezza.

Non cercate l’amore dall’esterno

Non aspettatevi che le persone vivano per voi. Non aspettatevi che qualcuno vi ami.

Così come non dovreste amare i vostri genitori, questo principio funziona anche al contrario.

Neanche i vostri genitori dovrebbero amarvi. Ma voi stessi siete in grado di generare questo bellissimo sentimento.

Dovete solo amare voi stessi. E allora l’amore si irradierà da voi, si riverserà intorno a voi da ogni parte.

Abbracciate uno stato in cui NON cercate qualcuno che vi riempia d’amore, ma siete voi la fonte di quel sentimento. Col tempo, le lamentele nei confronti di chi vi circonda cadranno da sole.

Se avete un trauma infantile, rivolgetevi al vostro bambino interiore.

Parlate a cuore aperto con lui, rassicuratelo voi stessi come bambini, date il vostro amore, riempite d’amore il bambino offeso.

La situazione dalla posizione dell’anima

Le avversità hanno lo scopo di focalizzare la vostra attenzione su qualcosa di significativo per voi, in modo che vi concentriate su voi stessi piuttosto che sull’esterno.

Il modo in cui reagite, il modo in cui agite, determinerà l’andamento della vostra vita.

Forse è proprio grazie al suo atteggiamento nei vostri confronti che la vostra anima gemella vi spinge a cercare l’amore in voi stessi.

Così non aspetterete che qualcuno vi ami, ma imparerete ad amare voi stessi, imparerete a dare amore a voi stessi.

Le persone interpretano dei ruoli per sviluppare nuove qualità necessarie in loro stesse.

Quando le persone care vi stuzzicano, non lo fanno con voi, lo fanno PER VOI.

Perché è l’unico modo per farvi aprire gli occhi sul fatto che non vi amate. In modo che possiate finalmente fare qualcosa, cambiare qualcosa nella vostra vita in meglio.

Per riempirvi d’amore e iniziare a vivere una vita migliore.

Nelle situazioni più dolorose risiede la nostra forza. Risolvendo la situazione, la persona prende questa forza vitale.

L’anima dell’abusante è solo un tramite per questa forza, un attivatore se vogliamo.

Attraverso l’inflizione del dolore, attraverso l’espressione dell’odio e del risentimento, evidenzia dove si nasconde il tesoro che è il vostro potere.

Come guarire l’odio attraverso l’amore per se stessi

Il nostro essere è determinato dalle nostre reazioni. Le reazioni sono comportamenti inconsci.

Se reagite automaticamente, le emozioni negative impediscono il flusso dell’amore incondizionato attraverso di voi.

Se vi trovate in una situazione difficile, significa che avete la forza di superarla. Le difficoltà vengono sempre date alle persone in base alla loro capacità di affrontarle.

È in vostro potere spezzare la catena quando agite, proprio come avete visto fare dai vostri genitori.

Siete sulla via della conoscenza di voi stessi, sulla via della guarigione dall’odio.

È in vostro potere trasformarlo in un sentimento d’amore e portare la vostra vita a un livello superiore.

Se in questo momento l’odio vi pesa sulla bilancia, potete spostarlo dall’altra parte, dove c’è l’amore.

Dove dirigete la vostra attenzione, quello è il sentimento che alimentate.

Se vi concentrate sull’odio verso qualcuno, la coppa dell’odio supererà la bilancia.

Se vi concentrate sulla cura di voi stessi e vi riempite d’amore, la coppa dell’amore supererà la bilancia.

Non giudicate le persone perché sono cattive, ma sottolineate il motivo per cui non vi piace qualcosa e suggerite soluzioni.
Date potere alle persone, prestate attenzione a ciò che la persona ha fatto in modo positivo e che prima non era possibile. Quando date potere agli altri, diventate più forti anche voi.
Elaborate un algoritmo per le vostre azioni in caso di emozioni distruttive. Se c’è consapevolezza, si capisce come questi momenti si manifestano nella propria vita.
Siete in grado di capire quando siete sul punto di crollare e di agire secondo l’algoritmo prescritto in precedenza.

Non ci riuscirete la prima volta, ma se riproducete ripetutamente lo scenario giusto, prescriverete queste azioni al vostro subconscio fino a renderle automatiche.

Ma seguire questo algoritmo richiede uno sforzo enorme.

Per questo motivo, è necessario concentrarsi sulla comprensione del motivo per cui lo si segue. Ciò sarà di immenso beneficio e migliorerà la qualità del rapporto con i vostri familiari.

E i vostri figli avranno già imparato l’esperienza di un rapporto diverso.

Ora la scelta è vostra: cosa volete vedere nella vostra vita? Una manifestazione di amore o di odio?

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto