Come agire in modo “giusto” nella vostra verticale

Tempo di lettura: 5 minuti.

Come agire in modo “giusto” nella vostra verticale

Pensi che ci siano delle regole su come agire nella vostra verticale?

Penso che non esista un’azione assolutamente corretta. Sarebbe più appropriato dire: “ciò che è giusto per te in quel momento”.

Perché ciò che è giusto per me ora potrebbe non esserlo domani, e ne sceglierò un altro.

Ho sempre una domanda: “Chi stabilisce queste regole in base alle quali giudichiamo giusto o sbagliato? Mostratemi dove è scritto, chi l’ha detto e cosa ci sarà per questo.

Quando si comincia a capire che cosa costituisce il proprio diritto, ognuno ha il proprio “diritto”, e allora si ha spazio per muoversi.

Tuttavia, evidenzierò alcuni punti su cui potete basarvi mantenendo la vostra verticale, il vostro campo, il vostro spazio.

Augurare il bene non solo a voi stessi

Come agire in modo "giusto" nella vostra verticale

Molti vogliono sapere come è il nuovo mondo, cosa sarà, cosa gli aspetterà…

Ma se diciamo che siamo creatori, allora quando iniziate a muovervi lungo la traiettoria di qualcun altro, disegnata per voi o per l’umanità, di che tipo di creazione stiamo parlando? Di quale potere, di quale responsabilità stiamo parlando?

Se dentro di voi vi rendete conto di essere responsabili della vostra vita, di essere adulti, e avete fatto molti sforzi per uscire dallo stato di vittima, per smettere di incolpare gli altri, per prendere su di voi tutto ciò che era nelle vostre capacità di gestire la vostra vita, allora ora abbandonatevi alle vostre fantasie, a quello che è questo nuovo mondo per voi, a quale nuovo mondo volete vivere personalmente, quale nuovo mondo state scegliendo per voi e per i vostri figli.

E quando l’avete etichettato in qualche modo per voi stessi, iniziate a guardarlo da vicino.

E molte persone avranno “contro qualcuno”. Non per far sentire bene me, ma per far sentire male gli altri. Qualcuno avrà il desiderio di rendere le cose buone solo per lui. E questo è un allontanamento dal comune, dall’interconnessione di tutto.

Ma in ogni caso lo si può vedere solo quando lo si è disegnato. E allora arriverete inevitabilmente alla constatazione: sono pronto a estendere a tutti ciò che voglio per me? In caso contrario, capirete su cosa dovete lavorare.

Tornare ai propri valori fondamentali

Cosa significa agire correttamente? La domanda è: cosa è giusto per me? Guardate bene dentro di voi, guardate indietro a ciò che è cambiato.

Abbiamo avuto un periodo di restrizione di due anni durante la pandemia. Molte cose sono cadute in quel periodo. Mi hanno tolto la possibilità di andare nei centri commerciali, per esempio, e molte cose sono cambiate in termini di conoscenza dei miei bisogni, che per me sono importanti.

Sono certa che anche voi avete i vostri esempi in merito.

In seguito, c’è stata un’inversione di tendenza ancora maggiore, e ancora una volta sono venute via troppe scorie, nonostante tutte le precedenti purificazioni. E siamo tornati ad alcuni valori fondamentali, cose che molte persone non apprezzavano, che davano per scontato.

Quanto è bello poter respirare, alzare la testa, vedere il cielo, senza suoni estranei, quando gli uccelli cantano e i fiori sbocciano.

Lo si guarda con la saggezza che c’è dietro a tutto questo.

Quanto sia importante l’elezione di ogni singola persona, quanto si possa mantenere quella scintilla di luce e di amore che è nel proprio cuore, quella scintilla di calore anche verso i propri cari, visto tutto quello che sta succedendo.

Rendetevi conto in ogni momento di ciò che state alimentando dentro di voi

Di solito quando una persona è odiosa, aggressiva, arrabbiata, l’intera attenzione va lì. In questo momento, provate a capovolgere la situazione e a rivolgere tutto il vostro amore al vostro bambino, al vostro animale.

Questo non cancella le emozioni, i sentimenti che ci sono. È importante, come in quella parabola, quale lupo alimentate, cosa nutrite dentro di voi, o meglio, cosa scegliete di nutrire dentro di voi.

Nelle meditazioni di Gruppo prima di eseguire la nostra pratica, noi sempre ci mettiamo in posizione di verticale. Meditazione di Gruppo

Se avete paura degli orrori della guerra, potete continuare ad avere paura. Ma poi rendetevi conto che la state attirando nella vostra vita. Ciò che rifiutiamo categoricamente di accettare è ciò che attiriamo nella nostra realtà.

L’unico modo per lasciare andare qualcosa è prima accettarlo. Ma cose gravi come la crudeltà, la violenza, l’omicidio sono molto difficili da accettare, da riconoscere come un fatto che esiste.

Perché ci sono? Perché c’è una ragione. Qualsiasi fenomeno esiste finché qualcuno ne ha bisogno. E l’obiettivo è che ognuno di noi cresca a tal punto che nessun altro abbia bisogno di questa esperienza. E questo è un alto livello di maestria.

Esercitatevi a tenere il proprio campo, il proprio spazio

Per mantenere la verticale, sono necessarie almeno “10 mila ore di volo”.

Solo la pratica, la pratica, la pratica ci permetterà di essere in questa verticale. E in caso di necessità, con uno sforzo di volontà, cambiate voi stessi.

Non avete il diritto né di sacrificarvi, né di provare pietà, né di dispiacervi per voi stessi, né di lamentarvi, perché in questo stato siete una vittima. E una vittima non ha il potere di cambiare nulla in questo mondo.

Ma nella vostra verticale potete mantenere il vostro campo, e per questo dovete uscire nella forza del vostro spirito, nel flusso del creatore. Solo i bambini e i giovani sono in grado di farlo sul terreno. Noi che siamo più grandi abbiamo bisogno di una pratica costante.

A volte, quando sentite di non farcela, prendetevi 5-10 minuti, piangete, sfogate le vostre emozioni, fate uscire tutto questo dolore da voi, quando vi sembra di non avere emozioni, quando vi sentite impotenti, perché molte cose sono al di là del nostro potere come essere umano, come persona, e torniamo alla verticale.

Perché questo è l’unico modo per cambiare qualcosa, quando mantenete il vostro spazio, quando vi ergete come una roccia e trasmettete armonia, quando armonizzate lo spazio intorno a voi con il vostro stato.

E voi come fatte a determinare ciò che è giusto per voi in questo momento? Cosa vi aiuta a mantenere la vostra verticale?

 

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto