Tempo di lettura: 3 minuti.

Esaurimento Energetico

Questo è il primo articolo di una serie di materiali sulla mancanza energetica e su come compensarla.

Parte 1 – [Sei qui] Esaurimento energetico
Parte 2 – Come caricarti d’energia per l’intera giornata
Parte 3 – Cosa fa esaurire le tua risorse. 13 Cause di dispersione energetica

La forza vitale è la quantità di energia con cui entri nel mondo al mattino.

Una percezione positiva della vita, giocosità, creatività aumentano la forza vitale.

Le emozioni negative, in particolare la rabbia, il risentimento, la costante condanna di se stessi e degli altri, prosciugano la vitalità di qualsiasi persona.

Succede che alla fine della giornata ti senti sopraffatto, “spremuto come un limone”, il che significa che hai esaurito tutta la tua vitalità, cioè sei in bancarotta energetica.

In questo caso, non hai l’energia per manifestare i tuoi piani, per manifestare i tuoi progetti nella realtà fisica.

Il esaurimento energetico porta al fatto che il flusso di ricchezza finanziaria si prosciuga.

Se sei in uno stato di esaurimento energetico da molto tempo, le tue opportunità finanziarie sono rare.

Il livello di vitalità di una persona dipende direttamente dalla fase della vita in cui ti trovi una volta o l’altra.

E in accordo con questa fase, devi usare con attenzione l’energia, adattandoti in modo flessibile e rimanendo nel flusso della vita.

Le fasi principali attraverso le quali, in un modo o nell’altro, qualsiasi persona passa:

  • la fase di assorbimento attivo di energia e informazioni, sotto forma di pacchetti informativi scaricati durante il sonno o la veglia cosciente (da non confondere con le informazioni che si ottengono su siti diversi, dai libri, ai seminari);
  • fase di integrazione;
  • fase di ampliamento e applicazione di quanto ricevuto;
  • fase di conoscenza di sé e  il riposo;
  • fase del trasferimento delle conoscenze e delle competenze accumulate.

 

Tuttavia, non c’è dubbio che la fase di infusione di nuove energie e frequenze debba essere seguita da una fase di integrazione, quindi quando ti dai l’opportunità di riposare dall’attività, aiuti il tuo corpo fisico a far fronte al sovraccarico e prendi il tempo per la riconfigurazione.

Questo ti impone alcuni “obblighi” per poter essere energetico: se durante questo periodo continui ad essere attivo, condividi generosamente energia con gli altri, è normale che alla fine rimarrai senza forze.

E sebbene ogni fase sia individuale e proceda secondo il tuo piano di sviluppo, sono spesso fortemente associate a vari eventi cosmici: date chiave, il nuovo anno cosmico, i solstizi/equinozi, le eclissi solari e lunari, ecc.

Queste sono quelle date significative che le forze superiori usano per “caricarci” con energia, per effettuare varie attivazioni e iniziazioni.

Riassumendo. Per creare la tua realtà, devi avere una sufficiente quantità di vitalità e:

  1. Capire chiaramente cosa e come spendi la tua energia.
  2. Metti fine, una volta per tutte alle emozioni negative.
  3. Scopri in quale fase della vita ti trovi attualmente e agisci di conseguenza.
  4. Trasferire la comunicazione da un livello orizzontale a uno verticale, ovvero in qualsiasi momento devi essere un canale che trasmette energia, e non utilizzare le tue “riserve” personali, che non esistono in natura.